Una buona notizia

Bruno_BellomonteNel pomeriggio del 28 ottobre la Corte d’Appello ha reso nota la sentenza con la quale ha respinto il ricorso presentato da RFI contro la reintegra di Bruno Bellomonte (stabilita dal giudice di primo grado), dopo che l’azienda l’aveva licenziato nel 2009 perché detenuto (per 29 mesi da innocente) e si era rifiutata di riassumerlo, come prevede la legge per i licenziamenti avvenuti in conseguenza di una carcerazione che si riveli ingiusta.
Quindi confermata la legittimità della sua reintegra, anche se questa, paradossalmente resta ‘virtuale’ perché rimane ‘sospeso’.

Questa sentenza è stata comunque molto importante perché un’eventuale sconfitta lo avrebbe estromesso da lavoro facendogli ‘pagare’ un ulteriore pesantissimo prezzo a quello già altissimo dell’ingiusta carcerazione. Fra qualche settimana avremo anche le motivazioni.

Durante l’udienza di ieri, tuttavia, il Collegio ha deciso di trattare separatamente la seconda questione – relativa alla sospensione cautelativa non disciplinare – rinviandola all’udienza del 31 maggio 2016 alle ore 11, sempre presso la Corte d’Appello di Roma. Quindi Bruno resta sospeso e senza stipendio almeno fino a Maggio prossimo.

Questa seconda causa, rinviata a maggio, vi ricordo, è quella inerente il suo ricorso contro la sentenza di primo grado che ha dichiarato la legittimità della sua ‘sospensione a tempo indeterminato’,  dal lavoro e dallo stipendio (art. 65 CCNL AF), per essere stato rinviato a giudizio in un altro procedimento penale nel quale le accuse contro di lui sono comunque pressoché inesistenti. RFI sostiene però che, finché resta ‘accusato’ di terrorismo e non sarà concluso il processo, l’azienda ha il diritto di tenerlo ‘cautelativamente sospeso’. RFI per i poveracci applica la ‘presunzione di colpevolezza’, concetto contrario ad ogni principio di legalità !
Poiché la durata di questo processo si annuncia di almeno dieci anni….. di fatto si tratta di un licenziamento politico mascherato.

Continuiamo a sostenerlo e – se possibile – allarghiamo la rete di solidarietà in suo favore.

Ciao, Dante

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...